SETTIMO: Parcheggi gratis? No, grazie!

Il Comune di Settimo ha sospeso il pagamento dei parcheggi nel periodo dell'epidemia per andare in contro a tutti quei cittadini che, nonostante il lockdown, erano comunque costretti ad uscire di casa.

Ora che la situazione sta, con molta calma e cautela, tornando verso la normalità, i parcheggi sono tornati a pagamento.
Una scelta discutibile che ha messo subito in guardia l'opposizione leghista che, come ci ha spiegato il consigliere Manolo Maugeri, ha richiesto in data 11 maggio una proroga della sosta gratuita per andare in contro ai commercianti che, a fatica, stanno cercando di riprendersi dopo la crisi.

Risposte? Nessuna. 

Come Lega Settimo Torinese abbiamo chiesto una nuova sospensione della sosta a pagamento in città in data 11 maggio (data in cui in città è ripreso il pagamento della sosta) fino almeno al 3 giugno, e con eventuale proroga in base all'eventuale persistenza delle criticità legate all'epidemia. Questo per venire incontro alle esigenze dei commercianti che, a fatica, e già colpiti duramente da questa crisi, gradualmente stanno riaprendo la propria attività, e di tutti i cittadini settimesi che riprendono ad usufruire dei servizi nella nostra città. Siamo ormai a oltre 10 giorni dalla richiesta, ma al momento nessuna risposta da parte Sindaca, che invece ci informa subito e in maniera "colorita" sul bonus bici, una misura messa in campo dal Governo e non dall'Amministrazione comunale (che, comunque, a detta della Sindaca, ha sollecitato l'esecutivo a procedere in questa direzione).
Sul bonus bici, una questione che riguarda il territorio nazionale, siamo tutti informati adesso; sulla richiesta della Lega di sospendere pagamento dei parcheggi a Settimo, tema che riguarda più da vicino la nostra città, no. Come mai?


Come abbiamo dichiarato dall'inizio della nostra esistenza, come giornale, la Lega non rispecchia il nostro orientamento politico, ma davanti a questioni come queste non possiamo che accogliere l'idea di un giovane consigliere che, a quanto pare, riesce a mettere in campo proposte migliori di chi, questa città, la governa.

La sosta gratuita fino a giugno sarebbe un grande incentivo per i commercianti settimesi che, già colpiti dalla chiusura forzata, avrebbero almeno un motivo in più per convincere i consumatori a non andare nei centri commerciali ma fermarsi in città.

Siamo davanti ad una scelta. Aiutare i commercianti oppure no.
Se si vogliono aiutare le attività, non basta uno sportello gratuito. Servono misure concrete.
E i parcheggi gratis sarebbero stati una piccola idea, facile da realizzare, che avrebbe potuto, forse, dare un pochino di respiro a tutti.

Gabriele Cannone