SETTIMO: Manca il diritto all'informazione!

Sono parecchie settimane, oramai, che siamo in preda a questo maledetto virus che sta condizionando sempre di più le nostre giornate e le nostre vite.

Lavoro che manca, stipendi che si abbassano, esigenze primarie rese molto difficili e molto altro.
Proprio per questo, oggi più che mai, ci siamo resi conto di quanto sia importante avere un'informazione adeguata, dettagliata e, soprattutto, garantita!

E qui, proprio sulla parola "garantita" ci sorgono delle piccole perplessità riguardo il nostro territorio. Non è nostra intenzione porre la questione in termini politici ma in termini istituzionali.
Davanti ad un momento come questo crediamo che l'informazione da parte dell'Amministrazione Comunale dovrebbe essere il più accessibile possibile.

Qua, invece, siamo davanti ad un piccolo poema dell'assurdo: la comunicazione esiste, certo, ma solo sui canali "privati" dei rappresentanti dell'Amministrazione.
E' corretto che io, cittadino settimese, per avere informazioni su come stiamo gestendo la situazione a Settimo o sul pagamento della rata della TARI devo seguire per forza la pagina personale del Sindaco mentre su quella del Comune non vengono pubblicati aggiornamenti di alcun tipo?

Non esiste un canale informativo del Comune, in quanto istituzione, per far sì che i cittadini si informino. La pagina Facebbok, ad esempio, del Comune di Settimo esiste, ma non viene utilizzata.

Secondo noi, la mancanza di un'informazione per tutti i cittadini è una cosa decisamente discutibile dal punto di vista morale ed istituzionale.

Il Sindaco, a prescindere da chi lo ha votato, una volta che viene eletto rappresenta tutti i cittadini. Non solamente chi l'ha scelto. E proprio per questo, è assolutamente legittimo che il sindaco sulla propria pagina parli a chi lo segue, ma il Sindaco come persona Istituzionale dovrebbe parlare anche agli altri. Sulla pagina ufficiale del Comune di Settimo e non in quelle che sono state create ad hoc ultimamente per far credere di dare informazioni apolitiche.

Questo articolo non vorrebbe, a patto che si possa, essere un attacco politico all'attuale Giunta che governa la nostra città, anzi. Vuole essere semplicemente un piccolo spazio di discussione dove mettere a confronto la comunicazione di parte e quella istituzionale che dovrebbe essere aperta a tutti i cittadini. Qualsiasi sia l'appartenenza politica.

Gabriele Cannone