SETTIMO: "La propaganda elettorale deve finire: è arrivato il momento di FARE"

Durante l'ultimo Consiglio Comunale, mentre si discuteva l'approvazione del DUP, l'intervento della consigliera di opposizione Rosa Catenaccio è stato tanto duro quanto veritiero.

"Nel mio intervento - ci ha detto in una chiacchierata dopo la seduta - in consiglio ho fatto presente alla Sindaca ed alla maggioranza che, pur rispettando ed apprezzando la loro dialettica, probabilmente noi viviamo in città diverse.
Io amo molto Settimo, ci lavoro da 40 anni e passo qui tutte le mie giornate ma quando si ama davvero una cosa si ha anche il coraggio di affrontare la realtà dei fatti.
I cittadini non sono bambini a cui raccontare favole. I cantastorie ci fanno sognare ma poi ritorniamo nelle nostre case dove la vita ci mette a dura prova".

L'intervento della Catenaccio nasceva evidentemente dalle dichiarazioni che Elena Piastra aveva fatto della città, parlando di una Settimo come "una delle migliori città". In pieno stile "campagna elettorale".

"Prego la Sindaca - ha proseguito la Catenaccio - e la giunta di accompagnarmi nel mio giro giornaliero e forse scopriranno un mondo differente da quello che hanno raccontato. Chi con amarezza dice NO al proprio figlio; chi deve attendere mesi per fare degli accertamenti; chi deve pagare un affitto e non ha soldi a sufficienza; chi è solo ed ha ancora tanto da dare.
La città è sporca e vi sono episodi di violenza, le lettere di licenziamento continuano ad arrivare e portano con loro solo distruzione ed angoscia. Potrei andare avanti per ore a raccontare queste storie in cui mi imbatto quotidianamente durante il mio lavoro. Sono a contatto con chi vive questa città e sentire questi racconti mi riempie di dolore e rabbia".

"La propaganda elettorale - ha concluso - deve finire. Ora bisogna fare. Poche cose ma concrete.
Il DUP deve essere coerente e dovrebbe dire nei numeri cosa questa Amministrazione farà nei prossimi tre anni. Non siamo intransigenti ma solo realisti".

Con la speranza che la Giunta abbia a cuore i veri bisogni dei cittadini di Settimo come promesso durante la campagna elettorale che li ha portati alla vittoria contro una Lega molto agguerrita, rimaniamo in ogni caso in attesa di serie misure per combattere i veri problemi che questa città ha.
Nessuno di noi ha bisogno di favole. Abbiamo bisogno tutti di fatti concreti.
Le elezioni sono finite e l'attuale Amministrazione ha vinto. Ora, forse ha ragione la Catenaccio, è ora di smettere con la campagna elettorale e di iniziare a fare, in maniera concreta, qualcosa per i cittadini.

Gabriele Cannone