SETTIMO: La città sarà salvata da un "pettirosso"

E' stato inaugurato oggi il nuovo murales realizzato sul "muraglione" della casa all'angolo tra corso Piemonte e via Leinì.
Il progetto di realizzare un "opera d'arte" su quel "muro del pianto" che da anni accoglieva i cittadini era in serbo da anni.

Qualche tempo fa, infatti, si era pensato di realizzare un disegno che richiamasse la storia della città: era in progetto un ritratto di Primo Levi, grandissimo personaggio della storia recente che lavorò alla Siva di Settimo Torinese. 
La fabbrica, infatti, aveva sede a poche centinaia di metri dal palazzo che oggi è stato addobbato con un uccello pixellato che tanto ricorda il logo di un noto Social Network.
Dunque, l'idea di rivalutare la facciata di quel palazzo con un disegno non è una grandissima novità in quanto ci avevano già pensato prima. Si potrebbe dire che "tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare", forse si. Ma non che sia una "novità".

Ora, siamo pienamente d'accordo che la bellezza può risanare, in molti casi, un quartiere. Siamo pienamente d'accordo che le periferie vadano rivalutate passando per opere come queste che portano colore e rendono la vita di chi abita quei quartiere un pochino migliore.

Quello che ci fa rimanere sbigottiti è l'incredibile campagna mediatica che è stata messa in atto dall'Amministrazione locale per questo evento.

"La bellezza ci salverà" ha dichiarato sul suo profilo Facebook il sindaco Elena Piastra e noi siamo d'accordo con lei.
Forse, però, è giunto il momento di "salvare" la città con proposte e progetti che guardino al futuro di una città che ha bisogno di una persona al comando con un forte pensiero ai suoi cittadini. E da quanto promesso durante la campagna elettorale che l'ha portata a vincere e a diventare Prima Cittadina della città, sembrerebbe la persona giusta la "nostra Sindaca".
Stiamo solamente aspettando che tutto questo venga dimostrato.

Per il momento, come già detto da tempo, siamo davanti a sole manifestazioni di autocelebrazione mentre i cittadini continuano, ogni giorno, a lottare per arrivare a fine mese, a fare lo slalom tra buche e marciapiedi sporchi e a cercare di cavarsela in qualche modo per portare avanti la propria famiglia.

Gabriele Cannone