SETTIMO: 2 minuti di pausa alla polemica politica!

Questa sera, il Sindaco di Settimo Elena Piastra, ha deciso di entrare a casa dei suoi cittadini e di mettersi in prima persona a rispondere alle tante domande che in questi giorni stanno passando per la mente di tutti noi.

Dalla presenza di controlli sul territorio alla possibilità che Piazza Freidano diventi una location per ospitare un ospedale da campo. Dalla richiesta di posticipare la Tassa Rifiuti fino alle semplici questioni di vita quotidiana, Piastra ha deciso di "aiutare", per quello che può, i suoi cittadini e di dare una risposta ai loro dubbi.

Politicamente siamo su due piani paralleli. Esattamente come i binari del treno. Sarà molto difficile che ci incontreremo lungo il percorso perché siamo spinti da un'ideale diverso. Noi come giornale, come si è capito fin dall'inizio, sposiamo un'idea differente rispetto a quella rappresentata da questa giunta ma crediamo ( io come direttore e credo di parlare a nome di tutta la redazione che rappresento ) che in questo momento la polemica politica possa prendersi qualche minuto di pausa.

Siamo davanti ad una situazione che nessuno di noi si poteva aspettare e crediamo fermamente che la consapevolezza di ogni cittadino passi anche dalle buone norme proposte da chi ci governa.

La mossa che questa sera il sindaco ha deciso di fare, dopo che in questi giorni, come ha detto lei, gli sono arrivate diverse richieste di chiarimento e lamentele, sia stata una scelta corretta ed adeguata.
Potremmo dire che è una mossa per aumentare la sua presenza sui Social e la sua notorietà. Potremmo dire che è una mossa di campagna elettorale.
Potremmo dire molte cose. Potremmo anche aggiungere che la maggior parte delle domande a cui Piastra questa sera ha risposto erano ovvie e scontate.
Tutto vero, assolutamente.

Ma una cosa va detta. 
Al di là delle posizioni politiche, il fatto che un sindaco decida di mettersi a disposizione dei suoi cittadini per rispondere alle domande e chiarire i dubbi non è certo scontato.
Qualcuno potrebbe dire che è il suo dovere. No, non lo è. Poteva limitarsi a scrivere un post dicendo di leggere ciò che il Ministero scrive sul proprio sito.

Ha invece deciso di "perdere" un'ora del suo tempo per dare, alle circa 1500 persone che l'hanno seguita, un segnale di presenza da parte dell'Amministrazione Comunale.

Quindi, al di là dello schieramento politico che rimane quello che è sempre stato per noi, facciamo i complimenti ad Elena Piastra per la scelta.

In ogni caso, ricordiamo a tutti i nostri lettori di rimanere a casa e di non uscire se non per esigenze non rinviabili.
E' una scelta che dobbiamo fare per noi e per tutti. Mi raccomando!

Gabriele Cannone