REGIONE PIEMONTE: 7 mila Euro al mese non bastano per vivere!

9.033 euro lordi (6.700 euro netti). Questo è lo stipendio che nel mese di gennaio il governatore della Regione Piemonte Cirio ha percepito per il suo ruolo.

Ma a quanto pare non erano sufficienti per il lavoro che fa ogni giorno.
E' di queste ultime ore, infatti, la notizia che la giunta leghista ha deciso di rialzarsi lo stipendio e di reintrodurre l'utilizzo dell'auto blu

Dopo gli scandali di rimporsopoli, infatti, gli stipendi di governatore ed assessori erano stati diminuiti ( si parla comunque di quasi 7 mila euro al mese ). 
Secondo quello che si apprende, però, dai membri della giunta regionale, la motivazione dell'aumento va a colmare una precedente disparità "assurda". Il problema era che, in alcuni casi, i consiglieri regionali andavano a guadagnare una cifra maggiore rispetto al governatore o ai consiglieri.

SOLUZIONE? Alziamo lo stipendio.
Quindi, in sostanza, al posto che diminuire lo stipendio dei consiglieri ( che spesso supera gli 8 mila euro mensili ), la giunta ha ben deciso di alzarsi il proprio.
Della serie: "non facciamo sgarri a nessuno e miglioriamoci il nostro stato di vita. Visto che, a quanto pare, con 7 mila Euro non riescono a vivere.

Per quanto concerne l'auto blu, invece, si sono difesi sostenendo che essa non sarebbe un privilegio ma un diritto in quando gli assessori e il governatore hanno una media di 50 mila chilometri di percorrenza. Sostanzialmente, percorrendo questi chilometri ( che in denaro corrispondono a circa 5000 euro di benzina all'anno, ovvero meno di uno stipendio! ), loro avrebbero diritto ad un'auto blu perché se no dovrebbero utilizzare la loro privata. Forse per stanchezza o per fatica? O forse perché si usura troppo e con un guadagno netto di quasi 100000 ( CENTOMILA ) Euro annui non riuscirebbero a mantenere una macchina privata?

Mi sembra giusto. Come mi sembrerebbe giusto che un dipendente che fa 100 chilometri al giorno per andare a lavorare ( e ce ne sono ve lo posso garantire ), dovrebbe avere l'auto blu con autista annesso.

Tralasciando, comunque, le polemiche, siamo davanti all'ennesima dimostrazione che le politiche della destra fanno sempre più fatica ad essere "dalla parte degli ultimi".
Il loro obiettivo è sempre lo stesso.

Gabriele Cannone