ELENA RUZZA: Quando essere artista significa avere a cuore le persone

Nella giornata di ieri, 18 dicembre, sul suo profilo Facebook, l'attrice settimese Elena Ruzza ha deciso di fare un bilancio sul suo 2019.

Non potevamo non rimanere affascinati da quanto scritto dall'artista.


"Ecco Cosa significa per me come donna e come artista mettere a disposizione la mia arte per la salute delle donne. In quest'anno abbiamo donato 2000,00 euro (cioè tutto l'incasso dello spettacolo "ridere fino alle lacrime" di cui ho curato la regia con gli e le allieve del Cdm con Franco Romanelli ) e abbiamo
donato 1000 libri per la biblioteca del Sant'Anna per il progetto "libri liberi"."
"Ma tutto questo non si può fare da soli, quindi i miei ringraziamenti vanno a:
mio papà Roberto Ruzza che ha avuto lui l'idea del progetto "Le biblioteche del cuore"; agli allievi/e del Cdm di Borgaro; a tutti i donatori e donatrici di libri che hanno donato e continuano a donare;  a mia mamma progettista e super amministrativa; a mio marito Matteo Cantamessa che mi supporta in tutto; agli psicoterapeuti che ci hanno accompagnato nella Rassegna di Teatro Sociale Rifugi Patrizia Camedda, Pierluigi Gallucci, Angela Benedicenti, Cristina Magnapane; alla Fondazione Medicina a Misura di Donna e alle Presidenti la Prof.ssa Chiara Benedetto e la Dott.ssa Catterina Seia che continuerò a sostenere; a Roberta Di Chiara e Elena Givone con cui ho condiviso il progetto "Profumo di Vita" sulla violenza assistita dei bambini.
Un ultimo ringraziamento va assolutamente al pubblico che mi segue da vicino e da lontano. Tutto ciò mi rende felice e per la verità mi commuove".


Ringraziamo noi Elena Ruzza, una Donna con la D maiuscola che ogni giorno svolge il suo mestiere con professionalità e competenza. La ringraziamo perché ogni giorno lavora per rendere Settimo Torinese una città migliore e non è da tutti.
La ringraziamo perché l'arte deve essere ogni giorno a servizio del sociale e lei applica questa regola ogni mattina quando esce di casa per andare a lavorare.
La ringraziamo come artista, come attrice, scrittrice e come Persona. Oggi più che mai abbiamo bisogno di cittadini come lei che abbiano a cuore i fragili.

Complimenti Elena
Condividiamo con te gli auguri per le imminenti festività e ti auguriamo un 2020 ancora più ricco di soddisfazioni!
Gabriele Cannone